Al via il progetto di Ortoterapia nella RSA “Padre Giuseppe Moscati” di Sersale

Profumi antichi, belle emozioni e grandi propositi per tutta l’estate

Fervono i preparativi per l’avvio del progetto di Ortoterapia alla Residenza “Padre Giuseppe Moscati” di Sersale. Il tiepido sole di questa mattina e le temperature finalmente miti hanno consentito agli operatori della Struttura di condurre gli ospiti all’esterno per assistere ai primi interventi di preparazione del terreno che ospiterà vari tipi di ortaggi e piante aromatiche. Grande il loro entusiasmo nel veder trasformare un’area del giardino della Rsa ma soprattutto nell’assistere al riuso creativo di un grande tronco ormai senza vita e che, sotto i loro occhi, è diventato elemento decorativo per il giardino e grande fioriera dove mettere a dimora colorati gerani. Altri scarti di lavorazione sono diventati petali di legno con cui delimitare il perimetro dell’orto.

L’odore della terra smossa ha attivato belle emozioni e rievocato ricordi legati ad altre fasi della vita, la messa a dimora dei fiori ha riempito il cuore dei nostri ospiti rapiti dai primi passi dell’attività ma soprattutto dall’idea di potersi prendere cura, una volta ultimati i lavori, del piccolo grande orto. A ciascuno di loro è stato chiesto di esprimere la propria preferenza rispetto all’ortaggio da coltivare e qualcuno assapora fin d’ora la soddisfazione che proverà nel vedere crescere i propri frutti.

Notevoli sono, dunque, già nelle prime battute i risultati positivi di tale proposta progettuale che l’équipe multidisciplinare ha messo a punto per dare ai propri assistiti un’ulteriore occasione di distensione e benessere all’interno del già ricco programma di cura. Benessere che in questo caso passa attraverso le diverse stimolazioni corporee e mentali che l’attività di ortoterapia sottintende tra cui quelle legate alle percezioni sensoriali, alla coordinazione ed al movimento, ai processi cognitivi e, non per ultimo, alle relazioni ed alla socializzazione.

Il prossimo passaggio è la realizzazione di orti rialzati, cioè delle vaschette di legno rettangolari che verranno riempite di terra e appese lungo tutto il davanzale della grande terrazza: ospiteranno magnifiche cascate di fiori.

Il progetto durerà per tutto il periodo estivo e consentirà ai pazienti di prendersi cura di una piccola creatura che crescerà sotto i loro occhi e di cui potranno monitorare nel tempo i progressi. Ciò andrà a rinforzare la loro progettualità e favorirà il loro senso di auto-efficacia.

Potrebbero interessarti:

Festa della Castagna – 10ª edizione

  Gli ingredienti salienti della decima edizione della Festa della castagna, sono stati, come sempre, il grande affetto, lo spirito di condivisione e il profondo senso di appartenenza. L’evento, ha visto la partecipazione di numerosi familiari, dell’Amministrazione Comunale e  delle diverse associazioni del territorio.    Per tale  occasione, è stata allestita una mostra all’interno della …

10° Anniversario della R.S.A. Padre Giuseppe Moscati

Oggi la nostra struttura sita in Sersale ha festeggiato i dieci anni di attività.   La Residenza Sanitaria Asistenziale  “Padre Giuseppe Moscati” persegue finalità nel campo dell’assistenza sanitaria a favore di persone non autosufficienti o a forte rischio di perdita dell’autonomia, erogando servizi idonei ad assicurare oltre al trattamento sanitario adeguato, le migliori condizioni di …

Profumi e sapori nel tempo

Gli ospiti della RSA Spezzano Albanese, hanno rievocato le antiche tradizioni culinarie del periodo invernale, nello specifico la lavorazione e preparazione dell’insaccato. Il lavoro è stato arricchito dalla collaborazione di alcune volontarie del posto che si sono prodigate per i nostri ospiti, dando l’opportunità di confrontarsi sulle diverse tecniche da loro utilizzate. Questa esperienza ha …

Festa dei Nonni – Spezzano Albanese

Musica, divertimento e buon cibo hanno accompagnato i nostri ospiti in occasione della festa dei nonni, giornata nazionale dalla grande importanza sociale. Gli anziani sono la nostra memoria, il ricordo di tempi lontani e l’esempio di una saggezza ormai difficile da ritrovare ai giorni nostri. Il momento più emozionante è stato ricevere e leggere i …