Ci sono tradizioni nate dalle necessità, che scorrono e si tramandano per intere generazioni.

Il maiale è stato per secoli la “dispensa” di molte famiglie.

Oggi c’è ancora chi mantiene la tradizione di allevare il maiale “alla vecchia maniera”.

Gli ospiti della RSA “Madonna di Porto”, attraverso i gruppi-ascolto, hanno richiamato alla memoria riti ed usanze, che fanno parte della loro storia di vita e che destano, pertanto, forti emozioni.

Ecco, quindi, una giornata di “festa”, in cui gli ospiti della struttura sono stati impegnati nella realizzazione di gesti come impastare la carne, utilizzare l’antica macchinetta a manovella, legare con lo spago, realizzando delle salsicce.

Ogni paziente, si è approcciato alle diverse fasi di lavorazione. Si è iniziato con la macinatura dei tagli di carne suina, attraverso l’utilizzo di un tritacarne manuale. IN seguito si è passati ad impastare la carne appena macinata con l’aggiunta di una miscela composta da sale, pepe rosso macinato e salsa di peperoni, il tutto ben amalgamato, per poi passare all’insaccatura. Imboccati i budelli di maiale all’estremità dell’insaccatrice, sono stati riempiti e infine legati con sapiente attività manuale. Le salsicce erano pronte!

L’occasione ha dato la possibilità di creare un clima di condivisione, collaborazione e festa. Si è potuto cogliere la passione e la delicatezza dei momenti, la cura dei dettagli e la seria partecipazione di tutti i nostri ospiti a questa antica pratica.

 

Potrebbero interessarti:

“Natale Insieme” nella R.S.A. Padre Giuseppe Moscati

L’evento “Natale Insieme” ha visto la partecipazione dei familiari, dell’amministrazione comunale e di tutte le associazioni del territorio.  Un sentimento di condivisione col prossimo, proprio questo è uno dei principali valori di tale festa: unire ed unirsi, ricordando la nascita di Gesù. Per tale scopo, nella sala di socializzazione, con il contributo del personale della …

Le “carezze” di Babbo Natale in tempo di COVID

L’Equipe della struttura, anche quest’anno, ha voluto far vivere agli ospiti l’atmosfera natalizia, avendo cura di rispettare le norme di prevenzione e di distanziamento sociale, che hanno modificato le modalità di relazione e di contatto con i familiari Non potendo condividere in presenza lo scambio di auguri, che costituiva un appuntamento fisso negli anni precedenti, …